Comunicato stampa numero 8

IL RALLY COPPA VALTELLINA INIZIA SOTTO IL SEGNO DI  ROSSETTI

 

Come da pronostico è il pilota tiranese della Skoda Fabia S2000 a comandare la corsa dopo due speciali.

 

Sondrio- Dopo due prove speciali Luca Rossetti tiene fede alle aspettative e firma i primi due scratch di gara sulla Skoda Fabia R5 della DP Autosport. Insieme a Mirko Franzi, il duo già vincitore del Coppa 2009 ha vinto i passaggi alla luce del sole su Albosaggia e Mello; in attesa delle due speciali notturne, l’equipaggio della Promo Sport Racing ha staccato Guerra e Salinetti di 4”8; considerato un outsider, il pilota di Talamona (Fiesta R5 D-Max) è partito subito forte facendo rimangiare le opinioni di chi non dubitava del suo talento ma ipotizzava che la lunga assenza dalle corse non avrebbe aiutato a tenere ritmi alti. In terza piazza si collocano a parimerito Andrea Perego e Gianluca Varisto a 5”2; il primo con una Peugeot 208 T16 (Pa Racing) ha scelto- unico tra i primi- gomme con mescola dura trovando giovamento in Ps1 ma poco feeling sulla successiva; il secondo su Fiesta R5 by Erreffe, è riuscito a realizzare ottimi tempi nonostante fosse al rientro su una 4×4 dopo nove anni.

Bella accoglienza del pubblico già a partire dallo shake down fino alla Ps di Mello, teatro della diretta streaming (www.rallycoppavaltellina.it )

 

Ps1: Luca Rossetti parte subito all’attacco e primeggia sui tornanti spettacolari di Albosaggia. Perego gli è attaccato a solo mezzo secondo mentre a 1”8 si piazza Guerra, alla seconda apparizione in R5. Gianesini, Medici e Varisto sono attaccati a 2”, 2”1 e 2”3. La spettacolare prova costa cara ai lecchesi Antonello Paroli e Marinella Bonaiti che picchiano la loro Peugeot 207 S2000-Top Rally mettendo fine alla loro corsa; solo con un miracolo dei meccanici potrebbero rientrare domani con le conseguenti penalità cronometriche.

Rusconi-Taboni (Citroen Saxo Vts) si fermano per guasto meccanico.

 

Ps2: Ancora il Rox; il tre volte campione europeo si impone con 2”9 su Varisto e 3” su Guerra. Perego è a 4”7. Gianesini ha problemi allo switch che “taglia la corrente” alla sua Fiesta e rimane leggermente attardato. Medici è a 7”0 con la Fiesta Rrc dell’A-Style. Tutti gli altri, a partire dall’ottimo Ghelfi (Peugeot S2000 Colombi), sono sopra i 10”. Si ferma Bassifer che a seguito di un guasto al differenziale tocca la sua Ds3 R5; dopo qualche minuto riesce a riprendere la marcia e a concludere la speciale seppur con parecchi minuti di ritardo. Non ripartirà domani. Sfortuna per Gigi Pittano (C2 R2) che rompe la frizione tra il C.O. e lo start Ps2.

All’ingresso del riordino invece, un malore non grave ha colto la navigatrice Clarissa De Rosa  (Clio n.71 insieme a Mengeruca); si è reso necessario e precauzionale  l’intervento dei sanitari.

 

Sentiti al riordino:

 

Mirko Franzi (navigatore Rossetti): “va tutto molto bene; abituarsi ai suoi ritmi non è facile ma stiamo facendo bene. Quanto pubblico a Mello!”

 

Andrea Perego: “Sto andando al mio passo senza forzare; proveremo a migliorare con l’andare della gara. Ho montato gomme dure che a mio avviso andavano bene; Albosaggia era gommata dallo shake e siamo andati bene mentre abbiamo pagato un po’ dazio sulla seconda ma tutto sommato va bene così.”

 

Marco Gianesini: “La Ps1 è andata bene ma sulla seconda un problema allo switch del cambio ha creato dei tagli di corrente che hanno fatto singhiozzare la macchina; peccato perché sono dettagli che deconcentrano.”

 

Varisto: “Se andasse avanti così sarei contento; mi sono trovato subito bene sulla Fiesta R5 e non credevo di poter essere così competitivo già dalle prime battute; la gara però è appena iniziata ed è meglio restare concentrati”.

 

Addetto stampa: Luca Del Vitto; info@lucadelvitto.com , +39.339.1477880

By |2018-06-24T23:48:26+00:0010/09/2016 - 19:59|