SARA’ UN RALLY COPPA VALTELLINA PER PALATI FINI

Fioccano le iscrizioni alla segreteria di gara che conta già oltre cento iscritti. Il Rally avrà doppia validità con l’IRC che darà il tocco internazionale. Validità confermata anche per il monomarca Peugeot. All’arrivo presenti i banchi dei produttori locali e… le scarrellate dell’Accademia del Pizzocchero!

 

Sondrio –Il Rally Coppa Valtellina sta per arrivare e l’intensità con la quale stanno giungendo le iscrizioni lascia di stucco anche gli addetti ai lavori. Quando mancano ancora quattro giorni alla chiusura sono già 108 le domande protocollate dalla Promo Sport Racing e dall’Aci Sondrio che già pregustano una gara di grande spessore durante il fine settimana tra venerdì 22 e sabato 23 settembre.

 

Nomi e numeri importanti – “Fino ad oggi (venerdì 14 settembre ndr) abbiamo ricevuto già 108 iscrizioni praticamente distribuite in modo equo – racconta Danilo Colombini di PSR- e siamo contenti per il fatto che entrambe le formule pensate per questa edizione abbiano suscitato l’interesse dei concorrenti”.

Al momento, tra i 55 che hanno optato per l’IRC e i 53 che invece hanno scelto il nazionale, figurano driver di grande qualità ma ai quali vanno ancora aggiunti alcuni nomi noti che, sicuri al via, non hanno ancora mandato la loro richiesta.

Tra i primi nomi da segnalare ci sono quelli del campione uscente Luca Rossetti -il tiranese è anche al comando dell’International Rally Cup Pirelli-  che con il sondriese Franzi userà una Skoda Fabia R5, del plurivincitore del “Coppa” Andrea Perego, che proverà invece una Fiesta Wrc o ancora di Marco Gianesini che nella gara di casa ha già ricevuto la corona di alloro per tre volte: per lui ci sarà una Skoda R5. Nome altisonante è anche quello di Luca Pedersoli, il bresciano che sarà in gara su una Citroen Wrc. Anche nel nazionale si preannuncia molta battaglia: il locale Omar Rainoldi debutterà su una Ford Fiesta R5 e come lui farà lo stesso Matteo Colombera; ma se il camuno Bondioni sarà un osso duro per tutti (Skoda R5) che dire allora del còrso Paul Alerini che dall’isola napoleonica ha scelto di salire fino in Valtellina per affrontare una nuova sfida?

Le iscrizioni si chiuderanno lunedì 18 settembre. Le verifiche tecniche e sportive si terranno nella serata di giovedì 21 e nella mattinata successiva mentre lo shake down dalle 8.30 alle 13.00 di venerdì 22 dopodiché sarà…Rally!

 

In gara anche i trofeisti di casa Peugeot– Tra i numerosi marchi che campeggeranno sulle vetture del 61° Rally Coppa Valtellina ci sarà anche e soprattutto il Leone Rampante della Peugeot. La casa francese è da sempre uno dei riferimenti per chi si vuole cimentare nei rally e per incentivare ulteriormente la partecipazione con le vetture del marchio, è stato promosso uno specifico monomarca all’interno dell’IRC: il Competition 208 Rally farà tappa in Lombardia per una volata finale che vede già pronti allo sprint Razzini e Cogni ai quali si aggiungeranno sicuramente altri pretendenti ( www.peugeotcompetition.it ).

 

Accademia del Pizzocchero in piazza a Sondrio – Una bella iniziativa arricchirà le proposte enogastronomiche che il comitato organizzatore ha voluto proporre per tutto il fine settimana della corsa: dopo aver già parlato delle numerose attività presso Mello, la PSR ha organizzato una festa di fine gara presso il Birrificio situato proprio nei pressi del Parco Chiuso dove verranno ricoverate le vetture al termine della gara. Ma non è finita qui: come noto a tutti, la Valtellina è per antonomasia la terra del pizzocchero e proprio con l’Accademia che ha sede a Teglio, la PRS ha raggiunto un accordo particolare unitamente al gruppo “Campagna Amica” della Coldiretti di Sondrio. All’arrivo di piazzale Bertacchi ci saranno i produttori locali che proporranno le migliori specialità valtellinesi come la bresaola, i formaggi, il miele o i vini. Inoltre, in un apposito stand si terrà la dimostrazione della “scarrellata” ossia la fondamentale operazione di preparazione dei pizzoccheri. “Non verranno cucinati –raccontaFlavio Bottoni presidente dell’Accademia e vice direttore di Coldiretti– ma solo preparati illustrando a tutti gli interessanti quali sono le tecniche migliori per fare dei buoni pizzoccheri. La gente potrà portarseli a casa: saranno freschissimi e pronto per essere mangiati!”

Bottoni si è poi soffermato sul valore turistico dell’iniziativa:  “La Valtellina è famosa nel mondo ma ogni evento è importante per veicolare le nostre specialità e di conseguenza il nostro territorio: scommetto che molti di coloro che da fuori verranno al Rally Coppa Valtellina si organizzeranno per poterci tornare in un altro momento: il valore turistico di manifestazioni che portano così tante persone è da sfruttare al meglio” spiega Bottoni che, tra l’altro, in passato ha avuto anche qualche esperienza nel mondo dei rally.

 

Partner – Il Rally Coppa Valtellina si potrà fregiare di aziende importanti nell’affiancamento di questa sfida sportiva: Colsam Energie e Gruppo Bonaldi sono i partner principali insieme a Valtnet, riferimento per la parte mediatica. Gli enti che hanno concesso il loro patrocinio sono la Provincia ed il Comune di Sondrio, i comuni di Albosaggia, Berbenno di Valtellina, Castione Andevenno, Mello, Morbegno, Postalesio, Traona, Tirano, Villa di Tirano. Ad essi si aggiungono le Comunità Montane di Sondrio, Morbegno e Tirano.

 

www.rallycoppavaltellina.it

 

 

Addetto stampa Luca Del Vitto: info@lucadelvitto.com ; +39.339.14.77.880

By |2018-06-24T23:27:31+00:0015/09/2017 - 09:29|